Dietrofront del francese:”Una benedizione non andare al Milan”

Il calciatore snobba il Milan: “Una benedizione non vestire il rossonero”. Le parole del trequartista, accostato al rossonero in estate

Una stagione da protagonista quella di Romain Faivre. Il trequartista in venticinque partite, 24 di Ligue 1 e 1 di Coppa di Francia, ha realizzato complessivamente otto goal e sei assist.

In estate avrebbe potuto indossare la maglia del Milan. Il calciatore ha strizzato l’occhio, in più di un’occasione, ai rossoneri ma a gennaio ha cambiato maglia, trasferendosi al Lione.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

La sua voglia di giocare per il Diavolo era evidente. Lo ha fatto capire in più di un’intervista ma l’ultima rilasciata in Francia lascia un po’ perplessi: “È stato lusinghiero sapere che il Milan era interessato a me – riporta La Provance -. Non è successo ed è stata una benedizione. Mi sono detto: sei fortunato ad essere in Ligue 1, al Brest, a giocare quasi tutte le partite, approfittane. Si presenterà l’opportunità di andare in un grande club.

E così è stato – “Il Lione era interessato a me da tempo – prosegue Faivre – ma ho lasciato che se ne occupassero i miei rappresentanti. Hanno incontrato Bruno Cheyrou e Mr. Ponsot, in vista di un trasferimento in estate ma la partenza di Bruno Guimarães ha reso le cose più facili quest’inverno. Sono venuto qui per giocare, il Lione mi ha ingaggiato per le mie qualità e voglio mostrare quello che so fare. Nazionale? Ci penso; il Lione porta sempre i suoi migliori giocatori in Nazionale”.


Leggi anche:


Trattativa naufragata

Difficile interpretare le parole di Faivre. Appare il classico caso di quando la volpe non può arrivare all’uva e dice che è acerba. Faivre sarebbe andato di corsa al Milan ma qualcosa evidentemente è andato storto. Il suo trasferimento non si è concretizzato per l’atteggiamente del classe 1998 che rifiutandosi di giocare per il Brest, durante la trattativa, ha fatto innervosire la dirigenza del club francese che ha alzato il muro, impendendo la chiusura dell’affare. E’ molto probabile che questo comportamento non sia piaciuto nemmeno al Milan, che ha così deciso di non riprovarci a gennaio.

In estate, come è noto, si batteranno altre strade per la trequarti, che porteranno in Francia. Arriverà certamente Adli e la trattativa per Renato Sanches, che può ricoprire anche quel ruolo, è ben avviata