Luiz Adriano
Luiz Adriano (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Della campagna acquisti di gennaio non sarà più Adriano Galliani ad occuparsi, ma c’è un ritornello che torna sempre di moda. Ovvero: “Prima di acquistare, bisogna vendere”.

Anche per il mercato invernale il Milan dovrà pensare prima a sfoltire l’organico da quegli elementi non utili al progetto. E solo poi potrà comprare dei rinforzi. Questo sia per esigenze economiche che tecniche. Il club rossonero non vuole ritrovarsi con un gruppo troppo numero e con un monte ingaggi troppo elevato. Pertanto il futuro direttore sportivo Massimiliano Mirabelli dovrà concentrarsi sulle cessioni per poter successivamente operare in entrata.

Calciomercato Milan, i possibili addii a gennaio

Secondo quanto rivelato dal Corriere dello Sport, sono quattro i giocatori che non rientrano nel progetto di Vincenzo Montella. Si tratta di Cristian Zapata, Rodrigo Ely, Josè Ernesto Sosa e Luiz Adriano. Noi di MilanLive.it ci aggiuntiamo anche Keisuke Honda, scarsamente utilizzato dal mister in questo avvio di stagione.

Da questi calciatori il Milan potrebbe ricavare un piccolo tesoretto da poter reinvestire nella campagna acquisti. Ovviamente tra Ely e Zapata solo uno partirà, probabilmente il primo, per non lasciare senza alternative la difesa. Per l’italo-brasiliano possibile la cessione in prestito. I soldi possono però arrivare dalla vendita degli altri tre nomi menzionati.

Sosa è stato pagato circa 7-7,5 milioni di euro e adesso vale sui 5-6, perché tra poche presenze e rendimento scadente la valutazione è scesa. Senza dimenticare che Adriano Galliani ha comunque investito troppo un giocatore di 31 anni che aveva fatto bene nel Besiktas in Turchia, campionato non certo di alto livello.

Per Luiz Adriano ufficialmente furono spesi 8 milioni, ma poi nel bilancio si scoprì che il brasiliano era stato iscritto per un valore di 14. L’ex Shakhtar Donetsk è finito un po’ nel dimenticatoio e difficilmente può valere più di quegli 8 milioni. Il suo agente Gilmar Veloz lo sta offrendo in Bundesliga, ma anche in Russia e Cina il centravanti ha degli estimatori.

Per quanto riguarda Honda, negli ultimi giorni si è parlato di un trasferimento praticamente sicuro a gennaio. Sulle sue tracce i cinesi dello Shanghai SIPG, club della Major League Soccer (MLS) e il Fenerbahce. Avendo un contratto in scadenza a giugno 2017, il Milan non può pensare di ricavare dalla cessione del giapponese una somma superiore ai 3-4 milioni.

 

Redazione MilanLive.it