Scopiamo insieme chi è Fabian Schär, uno dei nomi nuovi per la difesa del Milan, proposto in questi ultimi giorni.

fabian schar calciomercato milan
Fabian Schar (©Getty Images)

Sistemato il centrocampo con l’arrivo di Ismael Bennacer, ora le attenzioni del Milan sono sul difensore centrale. Piace ancora Dejan Lovren, ma ha costi di ingaggio troppo alti, non mancano le alternative. L’ultimo nome è quello di Fabian Schär.

Il difensore svizzero sarebbe stato proposto a Paolo Maldini e Frederic Massara in questi ultimi due giorni. Classe 1991, attualmente è in forza al Newcastle. Qualche anno fa era considerato un potenziale crack, ma non ha rispettato le attese. Resta però un buonissimo difensore con ancora margini di miglioramento.

Stando alle indiscrezioni raccolte in queste ore, la valutazione di Schär si aggira intorno ai 15 milioni. Una cifra accessibile per le casse del club rossonero. Che per ora prende tempo per analizzare bene la situazione. Non c’è fretta, certo, ma un nuovo difensore è la priorità assoluta visto che gli unici a disposizione sono Mateo Musacchio e Alessio Romagnoli.

Ag. Rodriguez: “Poteva andare al Napoli, ora felice al Milan”

Dalla Svizzera alla Premier League

Cresce nelle giovanili del Wil, squadra della sua città natale. La sua carriera è iniziata da centrocampista, dove si era messo in luce per le ottime doti tecniche, ma già in questa sua prima avventura inizia a giocare da difensore centrale.

Nel 2012 si trasferisce al Basilea, probabilmente la società più importante della Svizzera. Colleziona 114 presenze e realizza anche 15 reti. Nel 2015 passa all’Hoffenheim e si pensa che in Bundesliga possa fare finalmente il grande salto, ma le cose non vanno benissimo.

Nei due anni in Germania non gioca tantissimo: ha diversi infortuni, ma nessuno grave. Ma 32 presenze in due stagioni sono molto poche. L’anno dopo si trasferisce in Spagna, al Deportivo La Coruna, dove ritrova un po’ di continuità.

Nell’estate del 2018 passa al Newcastle di Rafael Benitez: 28 presenze, 4 gol ed un solo assist. Numeri buoni, ma la stagione dei Megpies non è esaltante. Ora il tecnico spagnolo è andato via e il difensore svizzero sarebbe lieto di cambiare la terza squadra in tre anni (e tre campionati diversi).

Dalla Francia: il PSG non molla la pista Donnarumma

Le caratteristiche di Schär

Schär è un difensore roccioso, con buone prestazioni fisiche, ma con tanti aspetti da migliorare. Il suo punto di forza è senza dubbio la qualità tecnica. Infatti la sua carriera è iniziata da centrocampista e negli anni ha conservato il piede caldo. Per un Milan che punta alla costruzione del gioco può tornare utile, ma di certo non è un nome che ti fa la differenza.

A dicembre compirà 28 anni, quindi non è più giovanissimo. I margini di miglioramento ci sono e Marco Giampaolo potrebbe riuscire a tirarli fuori. 15 milioni sono una cifra piuttosto bassa, ma il club rossonero deve ragionare su ogni spesa e su ogni investimento. Sicuramente la proprietà preferirebbe spenderli per profili più giovani da lanciare.

Il problema è che ad oggi in quel ruolo mancano delle alternative di qualità. Ozan Kabak era un ottimo prospetto, ma ha preferito lo Schalke 04. Joachim Andersen è andato al Lione, mentre Gianluca Mancini è diretto verso la Roma. Resta Lovren, che però ha costi molto alti. Dayot Upamecano è un sogno difficile da realizzare. Schär sarebbe un buon tappa buchi, non di più.

Sky – Veretout-Roma, trovato l’accordo: le cifre dell’affare

 

Redazione MilanLive.it