Ag. Veretout: “Pupillo di Gattuso, lo voleva al Milan”

Mario Giuffredi, agente di Jordan Veretout, ha parlato di un retroscena di calciomercato riguardante il Milan e anche il suo assistito.

Rino Gattuso
Rino Gattuso a Milanello (Foto AC Milan)

Jordan Veretout è stato uno dei nomi più caldi dell’ultima sessione di calciomercato. Il francese è finito alla Roma, ma c’erano diverse squadre sulle sue tracce.

L’ex Fiorentina è finito nel bel mezzo di un intreccio con protagoniste la Roma stessa, il Napoli e anche il Milan. Tutti e tre i club di Serie A si sono sfidati per ottenere il sì del centrocampista classe ’93.

Il suo agente Mario Giuffredi, intervenuto oggi ai microfoni di Radio Kiss Kissha parlato di un retroscena riguardante Veretout e una possibile destinazione sfumata.

MATIC, IL MILAN INSISTE: SI STUDIA IL COLPO LOW-COST

Calciomercato Milan, il retroscena estivo su Veretout e Gattuso

Veretout avrebbe potuto indossare la maglia del Milan o del Napoli. Soprattutto se Gennaro Gattuso fosse stato ancora (o da subito) l’allenatore di una di queste due formazioni.

Giuffredi ha ammesso oggi quanto Gattuso stimasse il calciatore francese già in passato. E’ stato proprio il tecnico calabrese a consigliare l’agente di prenderlo in procura: “Quando lo stavo prendendo in procura, andai in Francia per parlare con la famiglia e chiamai Gattuso per avere un consiglio. Rino mi disse di puntare subito su di lui”.

Ovvio dunque che se il Milan avesse confermato Gattuso in panchina, Veretout sarebbe stato in cima alla sua lista desideri: “Gattuso lo voleva anche al Milan, lo considera un calciatore importante. Sicuramente se fosse stato al Napoli già in estate, gli azzurri lo avrebbero preso prima che si muovesse la Roma”.

Un rammarico dunque per Milan e Napoli; Veretout sta infatti dimostrando di essere un centrocampista completo, abile sia in fase di interdizione che in quella di ripartenza offensiva.

Il Genoa vuole Borini: l’attaccante aspetta la Premier