Milan-Boban, licenziamento atteso a breve. Maldini in bilico

Zvonimir Boban dovrebbe essere licenziato dal Milan per le parole dette su Ivan Gazidis. Anche Paolo Maldini e Frederic Massara vanno verso l’addio al club.

Zvonimir Boban
Zvonimir Boban (©Getty Images)

Profonda spaccatura all’interno della dirigenza del Milan, ormai lo scenario è noto. Da una parte c’è Ivan Gazidis, dall’altra ci sono Zvonimir Boban e Paolo Maldini.

I rumors sulle tensioni interne al club circolavano da tempo, ma è stata la recente intervista di Zvone a svelare che le voci corrispondevano alla realtà. Il fatto che maggiormente ha portato alla rottura è stata la decisione di Gazidis di contattare Ralf Rangnick senza consultare Boban e Maldini. Il dirigente croato lo ha fatto presente pubblicamente, non nascondendo la propria irritazione.

Leggi anche -> Il metodo Rangnick: le punizioni inflitte ai suoi calciatori

Boban licenziato dal Milan: le ultime news

Nella giornata di oggi è emerso che il fondo Elliott Management Corporation, proprietario del Milan, sta valutando il licenziamento per giusta causa di Boban. La sua intervista alla Gazzetta dello Sport viene ritenuta un danno per il club, dato che ha attaccato un altro dirigente.

Tra le parti dovrebbe esserci un incontro faccia a faccia per discutere della questione. Secondo quanto riportato da Repubblica.it, non è escluso che nelle prossime ore il Milan dirami un comunicato ufficiale per annunciare che Boban è stato licenziato. Il provvedimento dovrebbe essere unilaterale, senza che avvenga una risoluzione consensuale del contratto in essere.

Al di là della formula della separazione, il rapporto tra Zvone e il Milan è ormai al capolinea. Anche Sky Sport conferma che ormai resta solamente la modalità dell’addio da stabilire. Impossibile che il dirigente croato continui a lavorare con Gazidis, che dovrebbe comunicargli a breve l’interruzione anticipata della collaborazione lavorativa. Ovviamente anche la posizione di Paolo Maldini e Frederic Massara è in bilico. La sensazione è che pure loro due verranno messi alla porta. Entro qualche giorno dovrebbe essere tutto chiarito, difficile che venga emesso un comunicato ufficiale nelle prossime ore.