Rangnick-Rebic, precedente negativo nel Lipsia

Ralf Rangnick e Ante Rebic potrebbero ritrovarsi al Milan dopo essersi conosciuti ai tempi del Lipsia. L’esterno croato e il dirigente tedesco non ebbero un grande rapporto.

Ante Rebic Lipsia
Ante Rebic con la maglia del Lipsia (©Getty Images)

Ante Rebic è una rivelazione di questo 2020 per il Milan. Dopo i primi mesi anonimi, ha mostrato di poter essere un giocatore decisivo. Sono 7 i gol realizzati dal croato tra gennaio e febbraio.

Quello che sembrava essere un rinforzo sbagliato si è invece rivelato azzeccato. Ma adesso bisognerà capire se il suo futuro potrà essere definitivamente rossonero. Infatti, l’esterno offensivo classe 1996 è arrivato in prestito biennale secco dall’Eintracht Francoforte. Non c’è una cifra fissata per il riscatto del cartellino.

LEGGI ANCHE -> DONNARUMMA E IBRAHIMOVIC POTREBBERO LASCIARE IL MILAN

Calciomercato Milan, Rebic resterà con Rangnick?

La valutazione di Rebic è aumentata a inizio 2020. L’Eintracht Francoforte chiede circa 40 milioni di euro, anche perché metà del ricavato dovrà andare alla Fiorentina. Il club tedesco ha accettato di garantire il 50% sulla rivendita quando acquistò il calciatore dai viola.

Per il club rossonero la trattativa non è semplice, anche se fino al 2021 potrà comunque tenere il croato e poi decidere. Rinviare la questione potrebbe anche rischiare di far salire ulteriormente il prezzo, però. Se il rendimento di Rebic dovesse crescere ancora nella prossima stagione, negoziare diventerebbe ulteriormente complicato.

Ralf Rangnick dovrebbe diventare il prossimo allenatore-manager del Milan e il futuro del giocatore dipenderà anche da lui. Oggi Tuttosport ricorda che i due si conoscono perché nella stagione 2014/2015 Rebic giocò in prestito al Lipsia, dove il 61enne tedesco era direttore sportivo.

L’esterno offensivo 26enne non brillò nella Bundesliga 2. Diversi infortuni e solamente 11 presenze senza gol collezionate. Il rapporto con l’allenatore Achim Bierlorzer non fu dei migliori e neppure con lo stesso Rangnick. Se i due dovessero incontrarsi nuovamente al Milan, sarà interessante vedere cosa succederà. Certamente Rebic è molto cambiato rispetto all’esperienza negativa vissuta a Lipsia.

LEGGI ANCHE -> THEO HERNANDEZ, IL MILAN VUOLE BLINDARLO E PRENDERE UN VICE