Milan, sprint Bakayoko: la condizione di Maldini per chiudere

Il Milan vuole accelerare per il ritorno di Tiemoué Bakayoko a Milanello. Le negoziazioni con il Chelsea proseguono e c’è voglia di chiudere a giorni.

Bakayoko Milan trattativa Chelsea
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

Il Milan vuole un centrocampo con quattro giocatori capaci di essere titolari e ai quali aggiungere il giovane Tommaso Pobega. Già presenti Franck Kessie e Ismael Bennacer, la società ha chiuso per Sandro Tonali. Manca il quarto.

L’obiettivo è riportare Tiemoué Bakayoko a Milanello, non è un segreto. Lo stesso Paolo Maldini ha ammesso che c’è una trattativa in corso. Da settimane vanno avanti i dialoghi con il Chelsea, ma non c’è ancora l’accordo per chiudere l’operazione.

LEGGI ANCHE -> Sky – Tonali-Milan, tutto fatto: fissate le visite mediche

Calciomercato Milan, si chiude per Bakayoko?

Bakayoko Milan
Tiemoué Bakayoko vuole tornare al Milan (©Getty Images)

Milan e Chelsea hanno un’intesa riguardante la formula dell’affare, ovvero prestito con diritto di riscatto. Il problema è il prezzo finale da fissare. La Gazzetta dello Sport spiega che il club rossonero lo vuole vicino ai 20 milioni di euro, mentre i Blues spingono per stabilirlo sui 30 milioni.

Il prestito comunque dovrebbe essere oneroso e costare 2-3 milioni al Milan. Nell’estate 2018 la società di via Aldo Rossi ne sborsò 5 e il diritto di riscatto era fissato a circa 35 milioni. A fine stagione il mediano francese non fu acquistato, nonostante un buon rendimento. Troppo elevati i costi dell’affare. Adesso ci cerca di stabilire cifre maggiormente alla portata nell’ottica di un riscatto futuro. Paolo Maldini spera di far valere la propria volontà, con un prezzo finale più vicino ai 20 che ai 30 milioni.

Il Milan è ottimista e spera che la trattativa possa sbloccarsi nei prossimi giorni. I manager dell’area tecnica e il procuratore del giocatore, Federico Pastorello, lavorano con pazienza. Il desiderio di Bakayoko è chiaro: vuole tornare a Milano. Inoltre, il francese ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e dunque il Chelsea non può tirare eccessivamente la corda.

La sensazione è che alla fine un accordo verrà trovato. In questi giorni si cercherà di limare al meglio i dettagli economici per arrivare a una fumata bianca. Stefano Pioli spera di avere l’ex centrocampista del Monaco a disposizione per il 17 settembre, quando ci sarà la prima partita ufficiale della stagione: il preliminare di Europa League contro lo Shamrock Rovers.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Milan, arriva un vice Ibrahimovic? Viva l’ipotesi Jovic