Kabak-Milan, l’ostacolo è sempre lo stesso | Lo Schalke non si muove

Se Simakan si è avvicinato al mercato del Milan, lo stesso non è accaduto per un altro difensore che tanto piace ai rossoneri. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport, si parla di Kabak

calciomercato milan kabak più lontano ostacolo Schalke
Ozan Kabak (©Getty Images)

Periodo caotico quello del calciomercato di gennaio. Ancor di più per il Milan, che è alla ricerca di un difensore centrale valido a rinforzare la rosa. Già ad inizio stagione la società rossonera aveva provato ad acquistare una pedina per il reparto difensivo: i tempi e i modi non hanno portato i frutti sperati. Così, oggi, in vista della sessione invernale di mercato, il Milan non può fare a meno di cercare il giusto centrale di difesa, che dia più forza alla rosa.

Con gli infortuni di Kjaer e Gabbia, la necessità di tale acquisto è diventata ancora più primaria. Tanti profili erano piaciuti già ad ottobre a Maldini e Massara, e sono gli stessi che oggi tornano caldi nel tavolo della dirigenza rossonera. Si è tanto parlato di Kabak, Lovato e Simakan. Il primo sembrava ad un passo dall’approdo al Milan, ma oggi pare essersi allontanato. E di molto.


Leggi anche:


Kabak, pretesa altissima dello Schalke

Il dialogo tra lo Schalke 04 (club proprietario del cartellino di Ozan) e il Milan sembra essersi raffreddato, e di conseguenza Kabak è più lontano dai piani rossoneri. Ad affermarlo è La Gazzetta dello Sport, stamane, nella sua edizione odierna. Nonostante la crisi societaria e sportiva che il club tedesco sta attraversando, continua a valutare Ozan Kabak circa 25 mln di euro. Completamente fuori dal budget della dirigenza del Milan, che più volte ha affermato di aver stanziato per l’acquisto del difensore 15 mln.

Un vero peccato che le parti si siano allontanate, in quanto il profilo del turco è davvero molto interessante: sia in termini di qualità tecniche che fisiche. Il Milan resta alla finestra ad osservare, chissà se la società dello Schalke non cambi idea e provi ad abbassare le pretese economiche. E’ certo che Maldini e Massara hanno altre piste calde da tenere sott’occhio, quella di Simakan spicca tra tutte.