Meité al Milan, “strano ma vero” | Tifosi del Torino increduli

Da Torino filtra incredulità per l’operazione Meité con il Milan. Oggi potrebbe essere una giornata decisiva per l’affare

Meité Milan
Souhailo Meité (Getty Images)

Dopo aver perso Koné del Tolosa, il Milan si è buttato su Soualiho Meité del Torino. Le caratteristiche sono quelle che Stefano Pioli richiede: forza fisica, più che tecnica. L’ex Monaco rispecchia questo identikit, e dalla società di Urbano Cairo non filtra opposizione. “Lo hanno cercato, questo significa che ha fatto bene da noi“, ha detto Davide Vagnati, direttore sportivo del Toro, prima della partita di campionato di sabato sera.

Una conferma ufficiale quindi, con tanto di cifre: 1 milione per il prestito, 10 milioni per il diritto di riscatto. Un’operzazione low-cost, come l’ha definita qualche sera fa Gianluca Di Marzio. Nelle ultime ore non ci sono stati passi in avanti nella trattativa, ma stasera Milan e Torino si ritrovano ancora contro in Coppa Italia. Potrebbe essere l’occasione per chiudere l’operazione, anche se c’è la sensazione che Maldini la stia considerando come ultima spiaggia.


Leggi anche:


Meité-Milan, tifosi del Torino perplessi

Intanto da Torino arriva incredulità in merito a questa trattativa, e per un motivo che non entusiasma i tifosi del Milan. Infatti, su social e forum, i sostenitori del Toro sono perplessi per questo interessamento dei rossoneri, primi in classifica in Serie A, per uno dei calciatori più criticati di questa prima parte di campionato della squadra di Giampaolo, per di più vicinissima all’ultimo posto. Un testa-coda che convince poco, tanto da spingere alcuni tifosi a pensare che in un ipotetico scambio con Rade Krunic (opzione al momento non concreta) ci guadagnerebbero loro.

Come scrive torinogranata.it, nel merito di questo affare il Torino potrebbe chiedere anche un’opzione per Tommaso Pobega, il talento in prestito dal Milan allo Spezia. Ci sentiamo di smentire questa ipotesi; i rossoneri, come confermato anche da Di Marzio in serata, puntano su questo giovane per il futuro e non hanno intenzione di cederlo o di creare sinergie con altri club. Nell testa di Maldini, così come in quella del ragazzo, c’è il ritorno alla base in estate per restare. Le prestazioni che sta offrendo quest’anno stanno portano questa convinzione nei pressi di Milanello.