Milan, sogno Ramos | Addio Real: le ultime dalla Spagna

Futuro lontano dalla Spagna per Sergio Ramos. Il difensore spagnolo nei giorni scorsi è stato accostato al Milan. Le ultime sul classe 1986

Sergio Ramos Milan
Sergio Ramos (©Getty Images)

Un amico di Madrid mi ha rivelato che Sergio Ramos non rimarrà al Real Madrid. Se Paolo Maldini lo chiamasse di persone, lui ci penserebbe seriamente a un trasferimento al Milan. Per Ramos sarebbe un grande onore giocare nella squadra rossonera. Ho girato l’informazione e da ambienti vicini alla dirigenza del Milan ho saputo che un sondaggio esplorativo è stato effettuato, ma le pretese economiche sono fuori mercato“.

Parole, queste, di qualche giorno fa di Paolo Condò, che hanno fatto il giro del mondo, alimentando i rumors attorno a Sergio Ramos. I tifosi rossoneri sognano ma non si illudono, consapevoli del fatto che l’acquisto del difensore sarebbe fuori dagli schemi societari. L’ingaggio richiesto dal calciatore, poi, non sarebbe certo basso.


Leggi anche:


Le ultime dalla Spagna

Nel frattempo dalla Spagna arrivano voci contrastanti in merito al futuro di Ramos. Fonti vicino al calciatore sosterebbero che non ha ancora preso una decisione; c’è chi invece, afferma con certezza che il classe 1986 di Camas lascerà il Real Madrid al termine della stagione, quando scadrà il contratto. Il giornalista Sirio Lopez – intervenuto a ‘El Golazo de Gol’ – sostiene che Ramos avrebbe già comunicato al club che il suo futuro sarà in un altro club europeo.

Difficile fare previsioni ma in prima fila per il difensore spagnolo dovrebbe esserci il Psg. Ai francesi non mancano la disponibilità economica così d’altronde come ai due Manchester. Attenzione alla pista Juventus, dove ritroverebbe Cristiano Ronaldo, e appunto al Milan.

Scelte in difesa

Se i rossoneri dovessero davvero decidere di investire su Ramos, sarebbe inimmaginabile un riscatto di Fikayo Tomori, per il quale il Chelsea vuole ben 28 milioni di euro.

A prescindere dal sogno Ramos, è evidente, però, che il Milan sarà comunque chiamato a muoversi per rafforzare il reparto difensivo, dove i soliti Kjaer, Romagnoli e Gabbia sono sicuri della conferma. Per Tomori, come detto, serve una cifra vicina ai 28 milioni e siamo certi che i rossoneri torneranno in trattativa con gli inglesi per cercare di rivedere al ribasso il prezzo del riscatto. Se non si dovesse trovare un accordo si guarderà chiaramente altrove, con vecchi obiettivi che potrebbero tornare di moda.