Sanremo, Amadeus svela il piano di Ibrahimovic: “I tifosi stiano tranquilli”

Amadeus parla della presenza di Ibrahimovic a Sanremo 2021. Spiega che non farà il pendolare e che vedremo uno Zlatan diverso all’Ariston.

Amadeus Sanremo
Amadeus (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic sarà il grande ospite del Festival di Sanremo 2021, ormai è cosa nota. C’è grande curiosità di vedere come l’attaccante svedese se la caverà sul palcoscenico del Teatro Ariston.

La sua partecipazione all’evento musicale ha creato anche qualche critica. Ad esempio, Fabio Capello ritiene che il giocatore per rispetto del Milan non avrebbe dovuto parteciparvi e che il club stesso avrebbe dovuto impedire la cosa. Anche se, stando a quanto emerso, l’accordo è stato stipulato prima che avvenisse il rinnovo contrattuale con il Diavolo.


Leggi anche:


Amadeus parla di Ibrahimovic a Sanremo

Ibrahimovic Milan
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Amadeus, che sarà il presentatore del Festival di Sanremo anche nel 2021, in un’intervista a La Gazzetta dello Sport ha risposto così alle parole di Capello: «I tempi sono cambiati. Zlatan è un grande professionista, i fuoriclasse sanno gestirsi da soli. Ibra sa come organizzarsi, si allenerà in Riviera per tutta la settimana, meticolosamente come sempre, i tifosi stiano tranquilli».

Ibrahimovic non farà il pendolare durante la settimana della kermesse canora italiana: «No – spiega Amadeus – andrà a Milano mercoledì per la partita contro l’Udinese poi tornerà a Sanremo e rimarrà con noi».

Per quanto concerne il ruolo di Ibrahimovic sul palco del Teatro Ariston, il presentatore si è così espresso: «Può succedere di tutto. Certo, ci saranno diverse gag, ma non posso anticipare nulla. Di sicuro vedrete un campione diverso da quello che segna ed esulta, un Ibra che non conoscete».

Amadeus è un tifoso dell’Inter e ovviamente spera di vincere il derby contro il Milan. A proposito di quanto successo in Coppa Italia tra Zlatan e Lukaku, ha la sua opinione: «Ibra non è razzista. Solo chi non ha giocato a calcio non può capire l’adrenalina che scorre in certi momenti… Sono due campioni fantastici».