Milan-Stella Rossa, i 2 precedenti a San Siro: risultato e video highlights

Quello di giovedì 25 febbraio, sarà la terza sfida europea a San Siro tra Milan e Stella Rossa. Vi raccontiamo gli altri due precedenti 

Inzaghi Milan Stella Rossa
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Ancora una volta, il Milan si giocherà il proprio destino europeo con la Stella Rossa, avversaria dei rossoneri nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Si riparte dal 2-2 di Belgrado, un risultato positivo ma non del tutto confortante per gli uomini di Pioli che, per passare il turno, devono evitare la sconfitta o pareggiare dal 3-3 in poi.

Sarà la terza volta che le due compagini si affronteranno a San Siro. Precedenti favorevoli ai rossoneri con un pareggio e una sconfitta. In entrambe le sfide disputate in Coppa Campioni/Champions League , il Milan è riuscito a passare il turno e, curiosamente, a vincere il torneo nelle edizioni in cui ha fronteggiato i campioni di Serbia.


Leggi anche 


Milan-Stella Rossa 1988

Dopo il trionfo nella volata Scudetto 87-88 contro il Napoli di Maradona, il Milan torna a disputare la Coppa Campioni dopo una decade di assenza. Facile l’esordio con i bulgari del Vitocha. Decisamente più impegnativo l’ottavo di finale con la Stella Rossa. All’epoca, senza YouTube o i social, in pochi avevano visto all’opera i serbi. Si sapeva, tuttavia, che tra le loro fila militavano due dei più forti talenti dell’ex Yugoslavia ovvero il futuro milanista Savicevic e, soprattutto, Dragan Stojkovic, quest’ultimo venerato ancora come una divinità dalla tifoseria biancorossa.

Sacchi deve rinunciare a Gullit infortunato e schiera Van Basten e Virdis in avanti. Non ingrana il Milan nel primo tempo e la Stella ne approfitta. A inizio ripresa il talento di Stojkovic si manifesta in tutta la sua efficacia. L’attaccante serbo riceve palla, elude Baresi e batte Galli da distanza ravvicinata. Il vantaggio dei serbi anima il Milan che pareggia subito con Virdis, un gol talmente rapido che le telecamere Rai non riescono a riprenderlo in diretta mentre scorrevano le immagini con il replay della rete di Stojkovic. Finirà 1-1. Il ritorno a Belgrado sarà una sfida epica con la sospensione per nebbia, l’eliminazione a un passo e la successiva qualificazione ai rigori dei rossoneri. (Vi raccontiamo tutto qui)

Milan-Stella Rossa 2006

Le conseguenze di Calciopoli con la penalizzazione comminata per il campionato 2005-06, costringono il Milan, secondo nella precedente annata di Serie A, a disputare i preliminari di Champions League. L’urna è comunque benevola.I rossoneri pescano, infatti, una Stella Rossa lontana parente da quella degli anni ’80-’90.

In quella squadra, vincitrice dell’ennesimo campionato serbo, militavano due futuri giocatori di Serie A (Basta e Bisevac) e il “gigante” Zigic che poi avrebbe indossato le maglie di Valencia e Birmingham City, militando con quest’ultima cinque stagioni in Premier League con un discreto score realizzativo.

Oltre agli strascichi di  Calciopoli, il Milan doveva fronteggiare un’altra emergenza. Era quella, infatti, l’estate dei Mondiali e alcuni dei rossoneri presenti al torneo vinto dall’Italia erano arrivati alle fasi finali. Oltre agli azzurri Gattuso, Pirlo, Inzaghi,Nesta (infortunato), Gilardino, rientrarono in tutta fretta a Milanello anche i brasiliani Dida, Cafù e Kakà con pochissimi giorni di vacanza.

Il match di andata del 9 agosto 2006 è un assolo del Milan. Davanti a 60mila spettatori, i rossoneri dominano in lungo e largo ma segnano un solo gol con il solito Inzaghi nel primo tempo. Numerose le occasioni da gol sprecate da Super Pippo, Kakà e Gilardino con il portiere Randjelovic più volte protagonista. L’1-0 va decisamente stretto al Milan che, nel ritorno, al cospetto del Marakana gremito,  completa l’opera con un’altra partita dominata e vinta 2-1 con i gol di Inzaghi e Seedorf. Sarà il primo passo verso il trionfo di Atene, nel maggio 2007, nella “rivincita” della finale di Champions contro il Liverpool decisa, con una doppietta indimenticabile, da Inzaghi.