Nuovo stadio Milan-Inter, Scaroni in pressing: fissata una scadenza

Paolo Scaroni ribadisce l’importanza del nuovo stadio per Milan e Inter, ma anche per la città di Milano. E spiega che c’è una deadline per la Giunta comunale.

Paolo Scaroni
Paolo Scaroni (©Getty Images)

Oggi il Milan ha annunciato l’importante partnership siglata con BMW e il settore commerciale continua a lavorare per firmare con nuovi sponsor. La qualificazione alla prossima Champions League può essere un traino importante.

Ma nel frattempo il club rossonero continua ad essere impegnato anche su un altro fronte fondamentale, quello del nuovo stadio. L’iter è al momento bloccato, perché il sindaco Giuseppe Sala pretende chiarezza sul futuro societario dell’Inter. Inoltre, va considerato che quest’anno ci saranno le elezioni comunali e anche questo frena un po’ i piani delle società.


Leggi anche:


Scaroni parla dello stadio di Milan e Inter

Paolo Scaroni, che in prima persona in questi mesi si sta impegnando nel progetto stadio, ai microfoni dell’agenzia ANSA è tornato a parlare dell’argomento: «La Giunta si prende tempo per valutare che i club abbiano la necessaria forza finanziaria. Hanno tempo fino a maggio per dare una risposta».

Il presidente del Milan auspica che il Comune di Milano dia il via libera per la realizzazione del nuovo San Siro: «C’è consenso da parte della giunta Sala al progetto presentato. Pare che l’opposizione stia spingendo per la realizzazione dell’opera, la quale darebbe una spinta a Milano dopo le conseguenze del Covid e sarebbe certamente positivo. Lo stadio è fondamentale per tornare nell’élite del calcio europeo».

Scaroni è convinto che il nuovo impianto sportivo, con annessa valorizzazione dell’area di San Siro, consentirà alla città di Milano di avere effetti molto positivi. I club si impegnano a investire oltre un miliardo e dunque per il Comune questa rappresenta una chance importante per ripartire. C’è molto in ballo ed è fondamentale che vengano compiuti i passi giusti con tempistiche non esageratamente lunghe.