Calciomercato Milan, un ex obiettivo si svincola | Futuro deciso

Il Milan lo mise nel mirino nel calciomercato estivo 2019, ma lo Shakhtar Donetsk disse no alla proposta. Ora Taison si libera a zero e farà ritorno in Brasile.

Taison
Taison (©Getty Images)

Nel calciomercato estivo del 2019 il Milan ha provato a comprare Taison dallo Shakhtar Donetsk, ma senza successo. L’assalto di Paolo Maldini e Zvonimir Boban negli ultimi giorni della sessione di calciomercato non diede frutti.

È di oggi la notizia che il giocatore ha firmato la risoluzione del contratto che lo legava alla società ucraina. Nel suo futuro c’è il ritorno in Brasile, dove tornerà a vestire la maglia dell’Internacional de Porto Alegre. Ha chiesto di essere liberato in anticipo per poter essere inserito nella lista per la Copa Libertadores e dare il proprio contributo nel cercare di vincere il trofeo che conquistò già in passato con la squadra brasiliana.


Leggi anche:


Taison, quando il Milan non riuscì a prenderlo

Quando il Milan non concretizzò l’affare Taison, si accontentò di prendere Ante Rebic dall’Eintracht Francoforte, dove finì André Silva. Invece il brasiliano rimase a giocare in Ucraina e fu deluso dal fatto che il suo club non gli avesse permesso di trasferirsi a Milano, sarebbe stato un passo importante per la sua carriera. Maldini e Boban avevano offerto circa 30 milioni di euro per il cartellino. Niente da fare, lo Shakhtar non mollò il proprio gioiello.

Taison è sbarcato nel campionato ucraino nel 2010, quando il Metalist investì 6,5 milioni di euro per comprarlo dall’International de Porto Alegre. Nel 2015 lo Shakhtar Donetsk ha speso 15 milioni per assicurarselo e l’esterno classe 1988 è diventato un perno della squadra arancionera: 55 gol e 78 assist in 299 presenze. A 33 anni ha deciso di tornare in Brasile e di provare a togliersi ancora qualche soddisfazione.