Calciomercato Milan, prenotato un attaccante per luglio | Affare a zero

Il Milan pensa a un colpo per il calciomercato estivo 2022: arrivano conferme.

In base a quella che sarà la situazione della squadra, il club rossonero deciderà come agire nella finestra del mercato prevista per gennaio. L’organico di Stefano Pioli può essere reso più competitivo per avere maggiori chance di lottare per lo Scudetto fino alla fine.

Maldini Paolo Frederic Massara
Paolo Maldini e Frederic Massara (©Getty Images)

Bisogna considerare che Franck Kessie e Ismael Bennacer partiranno per la Coppa d’Africa. Inoltre, va capito se Junior Messias sarà all’altezza della maglia del Milan o se sarà necessario prendere un fantasista di maggiore spessore. Senza scordare i vari infortuni che attanagliano i rossoneri. Attenzione pure all’attacco, dove le condizioni fisiche di Zlatan Ibrahimovic vanno monitorate e anche la situazione di un Pietro Pellegri finora anonimo sia per problemi fisici che per scelte tecniche.


Leggi anche:


Belotti al Milan a parametro zero?

Per l’attacco il nome di Andrea Belotti è costantemente accostato al Milan in questi giorni. È ormai noto che il Gallo non sta pensando a rinnovare il contratto con il Torino che va in scadenza a giugno 2022. Urbano Cairo gli ha offerto uno stipendio da circa 3,3 milioni di euro netti annui più bonus, però lui sta valutando concretamente la possibilità di cambiare squadra. Vuole un palcoscenico più importante e disputare le coppe europee.

Senza rinnovo, è facile pensare che il Torino lo venda nel calciomercato invernale per racimolare qualche milione piuttosto di perderlo a parametro zero in estate. Invece, ieri Ivan Juric ha rivelato a sorpresa che Belotti rimarrà fino a fine stagione.

Il quotidiano Tuttosport spiega che il Milan è in pole position da tempo e ha praticamente prenotato l’attaccante per un trasferimento gratis nel luglio 2022. Un colpo a parametro zero, come si suol dire dire. Anche Fiorentina e Inter, comunque, monitorano la situazione di Belotti.

Bisognerà vedere se le parole di Juric avranno un seguito concreto, con la permanenza del Gallo fino a fine campionato, oppure se il patron Cairo si imporrà decidendo di vendere già a gennaio pur di incassare qualcosa.