Milan, il retroscena: Maldini bocciò la stella della Roma nel 2019

Paolo Maldini scelse di non ingaggiare il calciatore attualmente in forza alla Roma due anni fa, nonostante fosse stato proposto.

Ad oggi vi sono pochi dubbi sul valore della rosa del Milan. Il gran lavoro fatto sia dalla dirigenza sul mercato che da Stefano Pioli sul campo rendono i rossoneri una delle squadre più complete della Serie A.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©Getty Images)

Non è un caso se il Milan, dopo aver ottenuto un onorevole secondo posto lo scorso anno, attualmente è in testa alla classifica. Ma, in vista del match di questa sera contro la Roma, torna a galla un retroscena di calciomercato che potrebbe anche lasciare l’amaro in bocca ad alcuni appassionati.

Infatti la dirigenza milanista, in particolare il d.t. Paolo Maldini, un paio di anni fa disse no all’ipotesi di ingaggiare un giovane talento di cui già si parlava molto bene. Il quale attualmente è uno dei punti di forza della Roma di José Mourinho, voluto fortemente proprio dal tecnico portoghese.


Leggi anche:


Quando Maldini disse no a Tammy Abraham

Il giocatore in questione è Tammy Abraham, attuale numero 9 della Roma. I giallorossi lo hanno ingaggiato dal Chelsea in estate per circa 40 milioni di euro, investendo dunque una grossa cifra per il classe ’97. Per ora l’inglese ha segnato poco, ma è considerato già un idolo dalle parti dell’Olimpico.

Abraham
Tammy Abraham (©Getty Images)

Il retroscena con il Milan risale all’estate 2019. Il club rossonero si era affidato a Marco Giampaolo come nuovo allenatore e stava provando a costruire una rosa in linea con le richieste tattiche del tecnico abruzzese. Serviva una punta da affiancare all’allora titolare Piatek e a Paolo Maldini venne proposto il nome di Abraham.

All’epoca il ragazzo britannico era un 21enne di prospettiva, di cui si parlava un gran bene, reduce da un’ottima esperienza in prestito all’Aston Villa. Il Chelsea, visti i buoni rapporti con il Milan, lo propose ai rossoneri sempre in prestito, magari con diritto di riscatto da esercitare in futuro. Ma Maldini bocciò tale ipotesi.

Al dirigente milanista non faceva impazzire Abraham, considerato ancora acerbo per la Serie A. Inoltre l’ipotesi di un acquisto solo a titolo temporaneo non era nei piani del Milan. Così Maldini virò su un giocatore che attualmente è un titolare rossonero come Rafael Leao, strappato al Lille per 25 milioni di euro. La speranza è che stasera il Milan non rimpianga il mancato acquisto di Abraham.