Calciomercato Milan, Maldini stringe per il difensore: cala il prezzo

Il Milan punta forte sul giovane centrale, che potrebbe essere meno costoso di quanto inizialmente ci si aspettava.

Nessun dubbio sulla prossima mossa di mercato del Milan. A gennaio i rossoneri faranno di tutto per ingaggiare un difensore centrale di ottimo livello.

Maldini
Paolo Maldini (©Lapresse)

Le caratteristiche del rinforzo sono state già dettate dalla dirigenza: serve un difensore con carattere e maturità adeguata, ma allo stesso tempo con un’età anagrafica non troppo alta. Così da poter rappresentare una soluzione per presente e futuro.

Tra i tanti nomi che i quotidiani e gli organi di stampa stanno facendo, Paolo Maldini pare aver virato con energia su un profilo in particolare. Un centrale di caratura internazionale che sembra essere obiettivo più fattibile del previsto.


Leggi anche:


Costa 30 milioni, ma il Milan può trovare la formula giusta

Il Milan avrebbe snobbato, secondo il Corriere della Sera, la pista Nikola Milenkovic. Un centrale che piace e con le qualità adatte, ma che la Fiorentina reputa incedibile almeno fino alla prossima estate.

Salgono le quotazioni invece di Sven Botman. Il difenore olandese classe 2000 è considerato da Maldini il primo nome sulla lista dei desideri rossoneri per la sessione invernale.

Sven Botman (©LaPresse)

Botman costa 30 milioni di euro circa. Nei giorni scorsi si era parlato di affare quasi impossibile, come ha sottolineato anche Carlo Pellegatti facendo capire che il Milan non può e non intende spendere tale cifra nei prossimi mesi.

Ma il Milan ha una strategia. Botman gioca nel Lille, club storicamente ‘amico’ dei rossoneri con il quale sono stati imbastite diverse operazioni negli ultimi anni (basti pensare a Leao e Maignan). I francesi non hanno bisogno assoluto di vendere, ma sanno che un talento come Botman chiederà a breve di andare altrove.

Maldini sta studiando la formula: un’operazione alla Tomori, con prestito e diritto di riscatto già fissato per l’estate. Oppure cercherà di far abbassare il prezzo del cartellino, magari provando ad inserire qualche giovane come contropartita tecnica. Una replica dell’affare Leao, che nel 2019 passò al Milan dal Lille per 25 milioni cash più il cartellino di Tiago Djalò, giovane stopper che in Francia si sta facendo valere.