Home Milan News Milan senza Calhanoglu: prime prove per Pioli

Milan senza Calhanoglu: prime prove per Pioli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Hakan Calhanoglu sarà assente per squalifica in Milan-Napoli. Ma dopo le sue ultime dichiarazioni, potrebbe trovare meno spazio in squadra rispetto a prima.

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Le dichiarazioni di Hakan Calhanoglu non avranno fatto piacere a nessuno al Milan: dai dirigenti, ai tifosi, fino allo stesso allenatore. E proprio Stefano Pioli sta già pensando alla squadra senza il turco.

Al momento per questioni non legate all’intervista pubblicata stamane, quanto perché in Milan-Napoli di sabato pomeriggio sarà squalificato, visto il giallo rimediato prima della sosta contro la Juventus. E allora la prima domanda è: chi giocherà al posto dello squalificato Calhanoglu? Secondo le prime indiscrezioni, potrebbe essere Ante Rebic il sostituto.

Ma viste le prestazioni non convincenti mostrate dal croato, sempre da subentrato, Pioli potrebbe pensare anche ad altre alternative. Su tutte, Giacomo Bonaventura è quella che più convince. Ma si parla ancora di un ballottaggio Rebic-Bonaventura per sostituire Calhanoglu. Noi pensiamo che il favorito in assoluto sia Jack. Novità ulteriori potrebbero arrivare domani nella conferenza stampa di vigilia.

L’altra alternativa ai due sopracitati potrebbe essere Rafael Leao, che potrebbe essere “adattato” in quel ruolo, visto che non dovrà fare l’esterno “fisso”, bensì svariare su tutto il fronte proprio nella maniera in cui il mister cheideva a Calhanoglu.

Più difficile invece uno schieramento da titolari di Samu Castillejo o Fabio Borini. Così come è difficile pensare ad un modulo che non sia il 4-3-3. Lo stesso Pioli dopo la sconfitta contro la Juventus aveva escluso – al momento – un cambio di modulo.

Arsenal, Xhaka: “Non accetto questa situazione. Troviamo una soluzione”

L’altro Milan senza Calhanoglu

Calhanoglu ha rilasciato un’intervista molto discussa nei giorni scorsi, nella quale si è così espresso: “Sono cresciuto in Germania, mi piace l’Italia ma dal punto di vista sportivo è un obiettivo giocare per il Bayern Monaco o il Borussia Dortmund. Fu un enorme piacere per me. Se mi richiamassero adesso certamente non direi di no”.

Dichiarazione che non sono piaciute ai tifosi. E sono un segnale che il turco vorrebbe tornare in Bundesliga. A quanto pare al Milan non sta più bene. O non bene come vorrebbe.

E dunque si sta valutando un futuro anche senza Calhanoglu, al di là della squalifica che lo terrà fuori – come detto – sabato in Milan-Napoli. Nell’estate 2017 fu acquistato dall’allora ds rossonero Massimiliano Mirabelli: furono quasi 25 i milioni di euro versati nelle casse del Bayer Leverkusen.

Il suo contratto scadrà nel giugno 2021. E a questo punto il Milan o propone un rinnovo, oppure a giugno lo metterà in vendita. Difficile – ma non del tutto impossibile – una cessione a gennaio. Ma nel caso arrivassero offerte congrue, mai dire mai.

Calhanoglu vuole tornare in Bundesliga: il Milan attende offerte