Home Calciomercato Milan Scambio Kessie-Vecino, Milan non convinto: i motivi

Scambio Kessie-Vecino, Milan non convinto: i motivi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:24

Calciomercato Milan | Spunta l’ipotesi di uno scambio tra centrocampisti per le due squadre milanesi. Rossoneri però poco convinti.

Matias Vecino
Matias Vecino (©Getty Images)

Franck Kessie e Matias Vecino si scambieranno maglia a gennaio. L’indiscrezione odierna potrebbe avere in effetti un fondo di verità.

Milan e Inter ne starebbero parlando. Dopo il Corriere della Sera oggi pomeriggio anche la redazione di Sportmediaset avrebbe confermato tale possibilità, che vedrebbe le due mezzali cambiare rispettivamente sponde dai Navigli.

Un’idea che però al momento non convince al 100% il Milan per diverse motivazioni. Dare Kessie ai rivali dell’Inter, nonostante l’ivoriano sia stato spesso criticato di recente, non è una soluzione che i dirigenti rossoneri appaiono convinti di realizzare.

MILAN, UFFICIALE: BORINI CEDUTO AL VERONA

Calciomercato Milan, Kessie valutato più di Vecino

Secondo le ultime indiscrezioni il primo dubbio sarebbe riguardante la valutazione economica dei due calciatori. Uno scambio alla pari, secondo i dirigenti Milan, non converrebbe al club di via Aldo Rossi.

Kessie ha una valutazione di mercato superiore a quella di Vecino. Se l’uruguagio dovrebbe costare intorno ai 20 milioni di euro, il centrocampista del Milan classe ’96 è valutato almeno 7-8 milioni in più di base.

I rossoneri non vogliono rischiare di sviluppare una minusvalenza cedendo Kessie all’Inter. Per questo motivo il club starebbe riflettendo bene prima di continuare i discorsi in maniera più concreta.

Inoltre c’è una questione tattica da segnalare. Con il passaggio al 4-4-2, già dal match di Cagliari, il Milan potrebbe ritrovare il vero Kessie. Il mediano muscolare, piazzato accanto ad un regista dai piedi buoni, può esprimersi con più ordine ed equilibrio rispetto al recente passato da intermedio.

Vecino invece appare una mezzala classica. In carriera ha reso benissimo infatti nelle linee di centrocampo a tre con le maglie di Inter, Fiorentina ed Empoli. Soluzione tattica che il nuovo Milan sembra aver abbandonato.

Milan-SPAL, le probabili formazioni: dubbio Ibrahimovic, debutta Kjaer