Gazzetta – ‘Fattore Ic’: il Milan riparte da Ibrahimovic-Rebic

I rossoneri oggi in campo contro il Genoa. Pioli si affida ancora al duo d’attacco d’origine slava per provare a vincere.

Rebic Ibrahimovic Rafael Leao
Ante Rebic, Zlatan Ibrahimovic e Rafael Leao (©Getty Images)

Quindici giorni dopo il Milan torna in campo. Nonostante l’emergenza Coronavirus, i rossoneri sfidano oggi alle ore 15 il Genoa in un San Siro a porte chiuse.

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, Stefano Pioli si affiderà al cosiddetto ‘fattore Ic‘, ovvero ai calciatori che hanno il cognome di origine slava, con il classico suffisso in questione.

La coppia offensiva sarà formata ancora da Zlatan Ibrahimovic e Ante Rebic. Lo svedese è l’esempio per un Milan che proverà a continuare la scalata verso le zone alte di classifica. Pioli lo ha elogiato anche ieri nell’intervista pre-partita, definendolo il leader del Milan attuale.

LEGGI ANCHE -> CORONAVIRUS, CHIUSI GLI ACCESSI IN LOMBARDIA

Ibrahimovic, Rebic e Begovic: il Milan ricomincia da loro

Ibra, che nel 2010 stese il Genoa con un gol pazzesco, deve ancora chiarirsi le idee sul futuro. Non è contento degli stravolgimenti societari e dell’addio repentino di Zvonimir Boban. Difficile che con un progetto basato su giovani talenti e austerity possa decidere di restare.

Ma oggi sarà protagonista in campo. Ibrahimovic al centro dell’attacco, con Ante Rebic al suo fianco. Il croato è l’uomo in più del Milan da inizio 2020, ha segnato 6 reti nelle ultime sei partite e ha una media-gol imbarazzante, una rete ogni 71 minuti giocati.

LEGGI ANCHE -> BOBAN ADDIO, POTERE A GAZIDIS

Anche Rebic è indeciso sulla sua permanenza, più per questioni economiche che per altro, ma fino al giugno 2021 sarà una risorsa per l’attacco del Milan.

Fattore Ic che riguarda anche il portiere titolare in Milan-Genoa. Toccherà ad Asmir Begovic, all’esordio dal 1′ minuto in Serie A per il forfait di Gianluigi Donnarumma. Esperienza, professionalità e riflessi eccellenti a disposizione di Pioli, che va sul sicuro nell’affidarsi all’ex Chelsea e Bournemouth.

LEGGI ANCHE -> MILAN-GENOA, PROBABILI FORMAZIONI