Pioli o Rangnick? I calciatori del Milan si dividono

Meglio tenere Stefano Pioli o puntare sulla novità Ralf Rangnick? Ecco come la pensano i giocatori della rosa attuale.

Stefano Pioli e Ralf Rangnick

La scelta del Milan per la guida tecnica del futuro sembra essere una faccenda a due.

Da una parte c’è Stefano Pioli che si gioca la riconferma, anche se molto dipenderà dai risultati che otterrà alla ripresa del campionato. Dall’altra Ralf Rangnick, il prescelto di Ivan Gazidis, che aspetta la chiamata definitiva.

Due allenatori agli antipodi, con idee e filosofie calcistiche diverse. E la scelta del prossimo tecnico divide, come scritto dalla Gazzetta dello Sport, anche i calciatori attuali del Milan.

LEGGI ANCHE -> GATTUSO E IL RETROSCENA SUL BOCA 

Chi preferisce la permanenza di Pioli

Due fazioni all’interno del Milan dunque. In primis i calciatori che preferirebbero continuare con Pioli, visto il buon feeling che hanno instaurato con il tecnico emiliano.

Pioli è molto stimato da quegli elementi che, giustamente, hanno ottenuto spazio e fiducia sotto la sua guida. Come Andrea Conti, ormai titolarissimo della fascia destra difensiva. O Ismael Bennacer a cui Pioli ha consegnato le chiavi del centrocampo.

Anche Samu Castillejo, dopo un anno e mezzo in panchina, ha avuto la possibilità di esprimersi con continuità nel 4-4-2 odierno di Pioli. Per non parlare del duo Ibrahimovic-Rebic: Zlatan resterebbe volentieri al Milan con Pioli in panchina, il croato deve ringraziarlo per l’esplosione totale avuta da gennaio scorso.

Chi invece aspetta Rangnick

D’altro canto vi sono calciatori del Milan che, con il possibile approdo di Rangnick, sperano di tornare ad essere considerati fondamentali.

E’ il caso di Lucas Paquetà e Rafael Leao. Oggi i due talenti rossoneri sono considerati alternative e non titolari. Ma Rangnick, che sa valorizzare i giovani in fase di crescita, potrebbe puntare su di loro.

Stesso discorso per il ‘desaparecido’ Leo Duarte, mai preso in considerazione da Pioli, o per Franck Kessie che rappresenterebbe una scelta ideale nel calcio qualitativo e muscolare voluto dal manager tedesco.

Per non parlare di Hakan Calhanoglu: Rangnick conosce molto bene le qualità del 10 turco e punterebbe ciecamente su di lui, visto che lo avrebbe voluto a Lipsia con sé la scorsa estate.

LEGGI ANCHE -> ICARDI ORA E’ PIU’ VICINO AL MILAN