Calciomercato Milan – Da Conti a Castillejo: il punto sulle cessioni

Il Milan sarà molto attivo nel calciomercato di gennaio per rinforzare la rosa, ma potrebbe esserci anche uno sfoltimento. Non mancano gli esuberi che potrebbero essere utili per far cassa.

Possibili cessioni Milan
Andrea Conti (acmilan.com)

Gennaio è sempre più vicino. Le voci sui possibili acquisti della società rossonera impazzano ad ogni angolo. Certo è che per creare una rosa più competitiva e battere nuovi colpi di mercato è necessario fare spazio in squadra. Ma come ha ben sottolineato Capello al Corriere della Sera:

“Il Milan ha trovato un equilibrio tutto suo, che è meglio ritoccare il meno possibile”

Attraverso un’analisi attenta possiamo comprendere quali saranno i calciatori di cui il Milan potrà fare a meno dalla prossima metà di stagione. Procedendo per reparti, è forte l’intenzione di acquistare un centrale di difesa giovane e dalle grandi caratteristiche fisiche.

Ciò porterà certamente alla cessione di Musacchio o Duarte. O se vogliamo di entrambi. Il primo sembra avere la strada spianata e un imminente approdo al Villarreal. Il secondo è in attesa di un’offerta interessante.

Conti e Kalulu

Nella stagione sin qui disputata solo tre terzini hanno occupato l’ampiezza del campo da gioco: Calabria, Hernandez e Dalot. Conti e Kalulu non hanno avuto spazio per dimostrare qualcosa e ciò fa pensare che i due forse non rientrino nei piani attuali della società. Il solo fatto che a fare da vice-Calabria sia Dalot e non Conti fa parecchio riflettere.

L’ex-Atalanta sembra non avere mercato e quindi potrebbe andare via soltanto in prestito. Per quanto riguarda Kalulu, che era stato molto apprezzato per le sue qualità, pare però ancora acerbo; non pronto per le sfide attuali del Milan. Mandarlo in prestito a fare esperienza potrebbe essere la mossa giusta.


Leggi anche:


Centrocampo di ferro: Krunic può partire?

Possibili cessioni Milan
Rade Krunic (©Getty Images)

Il centrocampo è uno dei reparti che dà maggiore sicurezza in termini di qualità. La presenza di Krunic è stata però più volte messa in discussione e ciò potrebbe far pensare alla cessione del bosniaco.

È importante tener presente che Krunic è stato utilissimo al Milan in questi ultimi tempi. Soprattutto grazie alla sua capacità di occupare più posizioni in campo. Un tappabuchi che ha regalato buone prestazioni. Il bosniaco ha comunque mercato e non avrebbe difficoltà a lasciare la società rossonera. Un’idea potrebbe essere il Torino di Giampaolo.

Colombo in prestito e il dubbio Calhanoglu

Continuano a rimbalzare le voci sul possibile arrivo di un vice-Ibra. Se questo dovesse realmente accadere è chiaro che a Colombo toccherebbe la stessa sorte di Kalulu: approdare in una squadra dalle capacità minori, utile però alla crescita del gioiello grezzo rossonero. Ma quella del vice-Ibra è l’incognita più grande di Gennaio. Non ci resta che aspettare.

Nella trequarti è ancora allarme rosso per Calhanoglu, disposto a lasciare il club in caso di un’offerta dall’alto ingaggio. Si è pensato a tanti nomi per sostituire il turco, sopra tutti quello di Szoboszlai. Ma il 10 rossonero tiene ancora con l’acqua alla gola tifosi e dirigenti. Perderlo sarebbe un peccato. Infine occhio alla situazione di Castillejo: per adesso non ha convinto e in Spagna continuano a parlare di un possibile ritorno al Villarreal. Per 15 milioni può partire. Se riescono ad anticipare l’arrivo di Thauvin, la cessione dello spagnolo diventa quasi inevitabile.