Il Milan insiste per l’attaccante | Maldini torna da Florentino Perez

Il Milan lo vuole, anche soltanto in prestito. Maldini torna dall’amico Florenino Perez per provare a chiudere l’affare.

Jovic Milan
Luka Jovic, Isco e Varane (©Getty Images)

Il Milan pesca dal Real Madrid per il proprio calciomercato. I rossoneri hanno diversi obiettivi per l’inverno e uno di questi è il vice Ibrahimovic. La Gazzetta dello Sport ha detto che non è una priorità: infatti Maldini è concentrato sul difensore, che sembra aver individuato in Ozan Kabak dello Schalke 04. Ma se ci sarà un’opportunità per l’attacco, la società di via Aldo Rossi, ne siamo certi, non se la farà scappare.

I Blancos rappresentano un ottimo contenitore di occasioni d’oro. La squadra se la passa malissimo e Florentino Perez sta pensando ad una rivoluzione, a partire dall’allenatore. La rosa è da sfoltire e gli esuberi sono davvero tanti. Il Milan ne segue un bel po’, da Lucas Vazquez a Odriozola, con un occhio al grande nome: Isco Alarcon è solo un sogno, per il momento. Ma c’è un altro nome che potrebbe fare al caso dei rossoneri, anche lui considerato in uscita dalla società madrilena. E non è un nome nuovo in merito al calciomercato del Milan.


Leggi anche:


Milan, chiesto il prestito di Jovic

Stiamo parlando chiaramente di Luka Jovic, il centravanti croato che al Real Madrid non trova spazio. Amico di Ante Rebic, non ha scartato l’idea di trasferirsi a Milano, anche se gli piacerebbe giocarsi le sue chance a Madrid. Un prestito potrebbe fargli bene: visto il precedente Brahim Diaz, non è da escludere che Maldini e Massara optino per questa soluzione, in modo da ritrovarsi con un vice Ibrahimovic di assoluto valore.

A scriverlo è TodoFichajes.com, che parla di una possibile richiesta di prestito del Milan per Jovic. Secondo il portale spagnolo, i rossoneri non possono sostenere i costi economici di un’operazione a titolo definitivo; il croato è costato al Real Madrid 60 milioni di euro, e la richiesta per la cessione non sarà troppo più bassa nonostante la svalutazione. Cifre impossibili per Elliott, che però considera Jovic un buon elemento per il proprio progetto. Ecco perché si pensa al prestito, proprio come Brahim Diaz.