Milan, i calciatori positivi al Covid nel 2020-21: l’elenco

Theo Hernandez e Calhanoglu arricchiscono, purtroppo, l’elenco dei calciatori del Milan positivi al Covid-19 da inizio pandemia

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty)

Lo hanno ribadito più volte allenatori e addetti ai lavori. Il Covid-19 sarà la principale variabile del campionato di Serie A 2020-21. L’imprevedibilità del virus e l’elevata contagiosità stanno condizionando e non poco gran parte dei club con il Milan, da inizio pandemia lo scorso marzo, tra le squadre più falcidiate.

Il primo dei calciatori rossoneri ad essere stato colpito dal virus è stato Daniel Maldini. Il giovane attaccante è risultato positivo a marzo insieme al padre, Paolo, nei giorni del lockdown nazionale, quando lo scorso campionato è stato sospeso.  Proprio Paolo Maldini ha raccontato in più occasioni il periodo della malattia, coinciso con l’inizio della pandemia quando ancora del Covid si sapeva poco o nulla.

Con la ripresa-conclusione della scorsa Serie A, nessun positivo al Milan. A settembre è toccato a Rafael Leao che ha comunicato la propria positività via social rispondendo ad alcuni utenti che si chiedevano il motivo della sua assenza nella fase iniziale della preparazione pre campionato. Sempre a settembre da segnalare la positività di Leo Duarte (ora passato in prestito all’Istanbul Basaksehir) cui è seguita quella di Zlatan Ibrahimovic, riscontrata dopo il match d’esordio in Serie A con il Bologna (vinto con la doppietta dello svedese) e a ridosso del secondo turno preliminare di Europa League con il Bodoe Glimt.


Leggi anche 


I calciatori positivi da ottobre a gennaio

A ottobre, positività al Covid per Gigio Donnarumma e Hauge nell’immediata vigilia della partita contro la Roma, pareggiata 3-3 a San Siro a fine mese. Per entrambi una quarantena lampo con immediata negativizzazione.  Positività riscontrata in ritiro con l’Under 21 per Matteo Gabbia, nell’ambito di un  piccolo focolaio che costrinse gli azzurrini a scendere in campo con l’Under 20 contro l’Irlanda, a Pisa.

Milan rinnovo donnarumma durata contratto
Gigio Donnarumma (©Getty Images)

Novembre e Dicembre passano indenni per i calciatori poi nuova mazzata a gennaio con le positività ravvicinate di Krunic, Rebic e, ora, di Calhanoglu e Theo Hernandez che privano Pioli di tre titolari a ridosso di impegni importanti tra Serie A (Cagliari e Atalanta) e Coppa Italia con il Derby contro l’Inter previsto tra il 26 e il 27 gennaio.

  • Daniel Maldini (marzo)
  • Tonali (agosto)
  • Leao (agosto/settembre)
  • Duarte (settembre/ottobre)
  • Ibrahimovic (settembre/ottobre)
  • Donnarumma (ottobre)
  • Hauge (ottobre)
  • Gabbia (novembre)
  • Pioli (novembre)
  • Murelli (novembre)
  • Rebic (gennaio)
  • Krunic (gennaio)
  • Calhanoglu (gennaio)
  • Theo Hernandez (gennaio)

Pioli, Murelli, Bonera e Tonali

Oltre a quelle dei calciatori, il Milan ha avuto un altro positivo importante a novembre, l’allenatore Stefano Pioli, contagiato insieme al vice Murelli. Al posto di Pioli, a guidare i rossoneri in panchina contro Napoli, Lilla e Fiorentina, è subentrato Daniele Bonera, anche lui positivo al Covid lo scorso ottobre.

Da un comunicato della FIGC, è emersa invece la positività postuma di Sandro Tonali. Nei giorni del focalaio dell’Under 21 a ottobre, la FIGC chiese all’Uefa di aggregare alla Nazionale U20, Tonali, Cutrone e Sottil, i quali erano stati contagiati precedentemente dal Covid.